(cliccare qui per leggere)

grafosecondo

1. Manuele

Manuele, impiegato della biblioteca comunale, si era persuaso che il mondo fosse struttura. Si occupava personalmente dell'ordine di più di cinquemila libri. E durante quel lavoro, dopo lungo pensare era giunto alla sua conclusione. La folgorazione arrivò poco prima dell'ora di chiusura e lo rapì completamente. Lasciò pure qualche libro nel carrello: con un sorriso li avrebbe porti a chi l'indomani cercandoli non li avesse trovati tra gli scaffali.
Era davvero assorto nei suoi pensieri, perché colto il concetto di struttura bisognava preoccuparsi della sua presentazione. Alla sua Serena, a lei per prima, avrebbe dovuto spiegarlo. Ma il come non era affare da poco: l'idea doveva stupirla. Manuele conosceva bene il suo amore, sapeva come lei sapesse fargli toccare il cielo con un dito quando sgranava i begli occhi stupita, accompagnandoli con una dolce smorfietta delle labbra.
Così nello spegnere le ultime lampade da tavolo popolava la sua testa di previsioni e soluzioni, come di qualche fugace presagio di gloria. Fece scattare le tre mandate del vecchio portone e si avviò verso casa. Intorno a lui era buio pesto se non in qualche confinata ellissi di luce, e passeggiando bisognava stare attenti a dove si mettevano i piedi.

1 commento:

Nerina ha detto...

insomma-- una piccola meravilgia :-)

(maiko)

Capitoli

  1. set 29 (1)
  2. set 30 (1)
  3. ott 02 (1)
  4. ott 04 (1)
  5. ott 07 (1)
  6. ott 11 (1)
  7. ott 18 (1)
  8. ott 21 (1)
  9. ott 23 (1)
  10. nov 24 (1)
Creative Commons License
superficie serena by www.grafosecondo.com is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.


Seguimi (Feed Atom)